Parete in legno a telaio … com’è fatta.

Quando si parla di case in legno, ci vengono in mente due tipologie o modi di costruire fondamentalmente: quello massiccio o X-Lam, di cui abbiamo parlato nell’articolo “Sopraelevare la casa con X-lam ?“, quello leggero con parete in legno a telaio.

Nell’articolo “ Come scegliere la casa in legno che fa per te” abbiamo già parlato delle differenze tra una o l’altra tecnologia …

Oggi, vista la richiesta che abbiamo sull’argomento  affrontiamo in modo più approfondito (ma pur sempre limitato alla scrittura di un post) il sistema della parete in legno a telaio.

Oggi quando si parla di casa con parete in legno a telaio, si parla del sistema Platform Frame, che è essenzialmente un’evoluzione delle case in legno americane (Balloon Frame). In pratica la casa è fatta da un’ossatura di travi e montanti in legno, ma a differenza del sistema tradizionale americano, la costruzione delle pareti viene fatta piano per piano.  In pratica si costruisce un piano alla volta con relativo solaio e poi si passa al piano successivo. Per semplificare: le pareti non sono terra cielo, ma la loro altezza corrisponde all’altezza di un piano della casa.

Per quanto riguarda la parete, è composta da una serie di montanti di spessore variabile a seconda dei carichi e dei piani della costruzione, disposti ad un interasse di 60 cm. Il telaio di legno, viene poi rivestito con pannelli per costituire così una lastra e quindi garantire la resistenza ad azioni orizzontali come sisma e vento. Tra un montante e l’altro viene alloggiato dell’isolante, ma la parete deve comunque essere isolata con un cappotto esterno, altrimenti avrò dei ponti termici dovuti alla discontinuità del materiale ( montante in legno – isolante).

Gli elementi di parete realizzati in questa maniera possono essere prodotti in stabilimento e quindi possono essere prefabbricati e montati velocemente in cantiere.

Per costruzioni di questo tipo è necessario che il legno usato sia stato essiccato artificialmente.

Se all’esterno della parete è d’obbligo un cappotto termico,  sul lato interno verranno alloggiati gli impianti creando una intercapedine che verrà finita internamente con del cartongesso o fibrogesso.

Ecco, spiegato in parole saemplici, com’è fatta una parete in legno a telaio,  se avete delle curiosità o domande a riguardo, scriveteci QUI oppure lasciate un commento qui sotto.

Opt In Image
E se ti dicessi che finalmente puoi risparmiare
e vivere in una casa confortevole?

Scopri anche tu quali sono i 3 errori più comuni nella scelta di un cappotto termico e come evitarli:

• No a materiali scadenti che compromettono il corretto isolamento delle pareti
• Basta affidarsi a installatori e tecnici che non sanno quello che fanno
• No a problemi, sì a un sistema che ti permetta risparmiare e vivere bene


Ho letto la privacy come chiesto dalla L.196/2003.

La nostra polizza sulla privacy protegge il tuo indirizzo email al 100%. Se desideri non ricevere più le nostre email, potrai cancellarti in qualsiasi momento tramite il link posto nelle email stesse, cosi’ come chiesto dalla L.196/2003.

2 Comments

  1. ROBERTO CHIZZINI 30 Marzo 2013
    • martacapitello 2 Aprile 2013

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.